Quando seminare il prato inglese, primavera, estate, autunno o inverno?

Quando seminare il prato: in Primavera, Estate o Autunno?

La fase della semina del prato inglese è una delle più delicate, é necessario sapere quando seminare il prato, per scegliere il periodo migliore affinché i semi possano germogliare e radicarsi al meglio, donando al nostro futuro prato l’aspetto di un tappeto erboso verde, omogeneo e in salute.

In questa guida ti forniamo le informazioni necessarie a scegliere il periodo migliore per la semina, oppure ad adottare i giusti accorgimenti se per qualche ragione sei costretto ad effettuare la semina quando le condizioni non sono ottimali.

La scelta su quando seminare il prato dipende da diversi fattori: la tipologia di semi o mix di sementi, la zona climatica dove nascerà il giardino, l’esposizione del terreno, la propria disponibilità di tempo. Quest’ultimo fattore é molto importante, non sempre si possono aspettare le condizioni ottimali, soprattutto se il prato viene realizzato attraverso il fai da te. Realizzare il prato durante le ferie estive, quando si ha più tempo libero e la possibilità di dedicarsi al proprio giardino, è la scelta più frequente. La semina in estate é possibile, a patto di preparare il terreno correttamente per limitare il problema delle infestanti, ed irrigare frequentemente.

La scelta del periodo migliore per la semina dipende poi dal tipo di sementi scelti. Ogni miscela ha una sua scheda tecnica che illustra dettagliatamente i periodi più indicati, oltre a quantità e modalità di semina. Ti invitiamo a leggere la nostra guida alla scelta di semi e sementi per il prato inglese, potrai individuare quelli più indicati per la tua zona climatica e per l’utilizzo a cui il prato sarà sottoposto

Se invece vuoi sapere come preparare il terreno correttamente prima della semina, leggi la nostra guida: ti spieghiamo le 10 fasi necessarie per creare il substrato con le condizioni ideali per la germinazione e lo sviluppo del prato

Quando seminare il prato: la temperatura

Quando seminare il prato. Periodo migliore

E’ importante seminare il prato nel periodo più adatto alla germinazione e allo sviluppo delle radici, quando i semi possono svilupparsi in un terreno con buona umidità, temperature intermedie e poche erbe infestanti. I periodi più indicati sono la primavera e l’autunno.

La temperatura del terreno ai fini di una buona germinazione deve essere superiore ai 10°, è importante non confondere questo dato con la temperatura dell’aria, che potrebbe essere anche molto differente. In inverno la temperatura inferiore, non permetterebbe ai semi di svilupparsi con il risultato di avere un tappeto erboso diradato e non omogeneo.

Seminare il prato inglese in primavera

La primavera è una delle stagioni migliori per seminare il prato inglese tradizionale, composto da miscele di microterme. La temperatura del terreno è stabilmente superiore ai 10°, il rischio di gelate tardive che possono danneggiare il prato ancora debole è limitato. Se invece il nostro prato sarà realizzato con macroterme come la gramigna è opportuno attendere maggio e temperature più alte, intorno ai 20 gradi.

Seminare il prato in primavera consente al prato di svilupparsi e fortificarsi al meglio, potremo effettuare diversi tagli prima dell’inverno, e i semi avranno tutto il tempo necessario a radicarsi profondamente.

Seminare il prato in estate

L’estate non è la stagione migliore per seminare il prato, il caldo eccessivo, la necessità di irrigare frequentemente e soprattutto il sopraggiungere delle infestanti possono causare problemi al giovane prato. Seminare in estate è possibile, a patto di effettuare un trattamento di diserbo prima della semina e avere successivamente cura del prato effettuando frequenti interventi di pulizia delle erbacce.

L’altro problema che incontreremo se seminiamo in estate, è quello delle alte temperature e degli alti tassi di evapotraspirazione del terreno, termine che indica la quantità di acqua che si trasferisce dal terreno all’aria attraverso l’evaporazione.

Sarà quindi necessario porre particolare attenzione all’irrigazione, con l’obiettivo di mantenere il terreno costantemente umido. Effettueremo quindi più cicli di irrigazione ma di minor durata. E’ importante scegliere nella fase di progettazione dell’impianto, una centralina per irrigazione in grado di gestire più partenze per programma.

Seminare il prato in autunno

In autunno il problema delle infestanti è minore, è importante invece fare attenzione al sopraggiungere del gelo. Il prato dovrebbe arrivare all’inverno forte e maturo, ed aver avuto almeno il primo taglio. Nel centro sud si può seminare senza problemi per tutto il mese di ottobre, nelle zone più fredde è opportuno anticipare per evitare il freddo.

Seminare in inverno

Dalla lettura dei paragrafi precedenti é facilmente deducibile come l’inverno sia il periodo meno indicato per la semina: le basse temperature, le frequenti gelate metterebbero a rischio lo sviluppo dei semi. Anche nei luoghi più caldi nella nostra penisola la temperatura del terreno scende frequentemente sotto i 10 gradi, che sono la soglia minima per una discreta germinazione. L’inverno é invece importante perché é il momento del riposo vegetativo, il nostro prato si preparerà al nuovo anno con maggiore forza.

Quando riseminare il prato (trasemina)

Risemina o trasemina prato con semi Barenbrug Universal

La risemina del prato o trasemina è necessaria quando a causa del freddo, di qualche gelata, di malattie funginee o per danni bisogna rinfoltire e rinforzare il tappeto erboso. E’ importante preparare bene il terreno prima di procedere con la risemina, effettuando un taglio più basso, di circa 2-3 cm, e arieggiare il prato. La scelta su quando riseminare segue le stesse regole della semina iniziale.
Tra i vari semi che si utilizzano per la trasemina, una funzione importante è ricoperta dai miscugli a base di Loietto (Lolium) Perenne, pianta a rapido accrescimento. La miscela Universal della Barenbrug è un blend di Loietti perfetto per le rigenerazioni di prati diradati.

E’ opportuno effettuare una concimazione di copertura subito dopo la risemina e mantenere costantemente il terreno umido per circa una settimana.

La risemina è un evento stressante per un giovane prato, tagliare profondamente, effettuare l’arieggiatura, possono pregiudicarne lo sviluppo. Se il risultato della semina non é perfetto, cosa che può avvenire soprattutto se la crescita é stata rallentata da freddi inaspettati, é preferibile alla risemina un trattamento di concimazione e biostimolante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connect

Il Blog di Mondoirrigazione è interamente dedicato all’irrigazione del prato, dell’orto, del giardino. Uno spazio ricco di risorse e approfondimenti.
Seguici, troverai guide, recensioni e consigli utili.
Buona Lettura!