Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Bonus verde 2019 per impianti di irrigazione

Bonus Verde finanziaria 2019 impianti di irrigazione. Come funziona e ottenerlo

La finanziaria 2019 conferma il Bonus Verde per gli impianti di irrigazione. Si tratta di un’agevolazione introdotta con la finanziaria 2018 che consente la detrazione Irpef del 36% per spese relative alla sistemazione del verde e impianti di irrigazione, con un limite di spesa fino a 5000€. Scopri come funziona il bonus verde e come ottenerlo.

La legge di bilancio 2019 introduce per la prima volta il bonus verde, si tratta di una detrazione del 36% destinata a chi effettua interventi sul verde e sul giardino, ristrutturando balconi, giardini e terrazze. Il bonus riguarda anche gli impianti di irrigazione, sarà quindi una opportunità da non lasciarsi sfuggire per realizzare un impianto di irrigazione automatico con centralina e irrigatori per il tuo prato, orto o giardino.

Bonus verde 2019: vantaggi fiscali

A quanto ammontano con esattezza i vantaggi fiscali previsti dal bonus verde? Lo sconto fiscale, da portare in detrazione irpef corrisponde al 36%. Non potrà superare i 5.000€ per ogni unità abitativa. Questo significa che il contributo massimo per unità abitativa è di 1.800€.

La detrazione viene spalmata su 10 anni, quindi, in caso di spese per il bonus verde di 5.000€ si potranno portare in detrazione 180€ all’anno per 10 anni.

Bonus verde 2019 impianti irrigazione

Gli interventi coperti dal bonus verde: impianti di irrigazione per prato, orto e balconi

Il bonus verde 2019 copre gli interventi di progettazione e manutenzione relativi alla sistemazione di aree verdi come giardini, verande, terrazzi. Il bonus verde è quindi perfettamente utilizzabile per la realizzazione di un impianto di irrigazione. Si può utilizzare per la realizzazione di un impianto di irrigazione per il prato, acquistando centraline e programmatori, irrigatori da giardino a scomparsa, elettrovalvole, raccordi e tubi per l’irrigazione. Può anche essere utilizzato per la realizzazione di impianti di irrigazione per orto, automatizzando i cicli di irrigazione e acquistando programmatore, ala gocciolante o tubi e gocciolatori.
Naturalmente potremmo utilizzare il bonus per realizzare un impianto di irrigazione per il nostro balcone o veranda, acquistando prodotti per la microirrigazione.

Il bonus verde comprende anche la realizzazione di pozzi artesiani con relative pompe.

Come beneficiare della detrazione irpef

E’ fondamentale ai fini di poter usufruire delle detrazioni relative al bonus verde 2019, documentare le spese sostenute. Sarà quindi necessario conservare le ricevute dei bonifici, oppure se si è pagato con carta di credito o debito la ricevuta di transazione. Le fatture o lo scontrino devono riportare il codice fiscale dell’acquirente e natura e quantità dei prodotti acquistati.

Il bonifico del bonus verde deve essere parlante?

Non serve il bonifico parlante, bisogna effettuare un bonifico normale. Il bonifico parlante è quel bonifico speciale che prevede una ritenuta d’acconto dell’8% e si effettua per le detrazioni fiscali su ristrutturazioni e acquisto di immobili.

L’agenzia delle entrate, ha chiarito questo punto specificando che “Il pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).”
Quindi ai pagamenti effettuati per usufruire del bonus verde sugli impianti di irrigazione non si applica la ritenuta d’acconto.

Anche se il pagamento può essere fatto con qualsiasi strumento tracciabile (carta di credito, assegno ecc.) consigliamo di effettuare il pagamento con un bonifico ordinario.

Sono esclusi i lavori in economia e la manutenzione ordinaria

I lavori in economia, cioè quelli non affidati ad aziende ma effettuati direttamente dal contribuente, sono esclusi dalla detrazione.
Sono inoltre esclusi i lavori di manutenzione ordinaria, tranne se questi rientrano in una più generale sistemazione del verde.

Bonus verde per i condomini e per chi possiede più case

Il bonus verde potrà essere utilizzato sia di singoli proprietari che da condomini, in questo caso la detrazione è proporzionale al numero di abitazioni di cui il condominio è composto. La soglia di 5000€  si riferisce alla singola unità abitativa, quindi

Quindi, un condominio di 20 abitazioni potrà detrarre fino a €5000 per ogni unità, per un massimo di €100.000. E’ il condòmino che ha diritto alla detrazione nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la quota sia stata effettivamente versata entro i termini della dichiarazione dei redditi al condominio.

Identico discorso per chi possiede una seconda casa, potrà portare a detrazione fino a €5000 per ogni abitazione di proprietà.

Interventi esclusi dal bonus verde

Sono esclusi dal bonus verde i seguenti interventi:

  • Interventi di manutenzione ordinaria di giardini o aree verdi già esistenti.
    Il bonus verde è finalizzato alla sistemazione a verde di nuove aree, quindi esclude la manutenzione di giardini esistenti, la manutenzione è invece ammessa se connessa ad un nuovo intervento.
  • I lavori fatti in proprio
    I lavori in economia non sono agevolabili

Bonus verde, un’occasione per realizzare il tuo impianto di irrigazione

Ti consigliamo di non lasciarti sfuggire quest’occasione e di usufruire del bonus verde 2019 per la realizzazione del tuo impianto di irrigazione per prato, giardino, orto, veranda o balcone. Acquistando su Mondoirrigazione, oltre al risparmio fiscale potrai contare sui prezzi più bassi del web e sull’affidabilità di un negozio online leader nella vendita online di prodotti per irrigazione.

Upgrade del 23 gennaio 2019

Commenti (10)

  • Posso usufruire del bonus verde per l’acquisto di piante, prato, centralina, irrigatori, tosaerba, fontanella ecc. se i lavori li eseguo direttamente io che sono il contribuente? Oppure devo per forza chiamare un giardiniere?
    Saluti

    • Mondoirrigazione.it

      Salve, purtroppo la normativa sul bonus verde non è ancora chiara e si presta a diverse interpretazioni. L’agenzia delle entrate ha chiarito che non rientrano i lavori fatti in economica, cioè direttamente dal proprietario, e che attrezzi come rasaerba ecc. sono detraibili solo se inseriti in un intervento di sistemazione del verde complessivo. Quindi l’intervento di una ditta che certifichi è sicuramente una garanzia. Non è chiaro se il materiale acquistato dal cliente può essere detratto se si affianca alla fattura di acquisto una fattura per il lavoro di progettazione svolto dalla ditta o dal giardiniere

  • Salve,
    io ho già un impianto di irrigazione, ma dovendo sostituire alcuni pezzi perchè non più funzionanti e cioè la pompa e starmatic, mi chiedevo se fosse possibile utilizzare il bonus verde.
    grazie dell’attenzione.
    roberta

    • Mondoirrigazione.it

      Salve Roberta, purtroppo il bonus verde non prevede sostituzione di prodotti per irrigazione ma solo sistemazione di aree verdi con interventi complessivi. Saluti

  • Ho un terrazzo e dovrò far mettere, da un giardiniere, un impianto di irrigazione per vasi e fioriere.
    La spesa cui andrò incontro sarà dai 400 ai 500€.
    Potrò chiedere la detrazione?
    Cordiali saluti
    Fulvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connect

Il Blog di Mondoirrigazione è interamente dedicato all’irrigazione del prato, dell’orto, del giardino. Uno spazio ricco di risorse e approfondimenti.
Seguici, troverai guide, recensioni e consigli utili.
Buona Lettura!