Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR) garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione. Accettando acconsenti.

Determinare dove posizionare nel giardino le turbine a grande arco di irrigazione e gli irrigatori che coprono una zona più piccola. Per le turbine è opportuno prevedere una distanza di 8–12 metri tra ciascun elemento e per gli irrigatori statici 3–5 metri. In questo modo si otterrà una leggera sovrapposizione dell’innaffiamento che consentirà una copertura uniforme. Non disporre nella stessa zona i due tipi di irrigatore.

Non distanziare troppo tra loro gli irrigatori. La distanza tra gli elementi è funzione della superficie coperta da ciascun irrigatore.

L’innaffiamento deve raggiungere tanto l’irrigatore contiguo che quello opposto. Lavorare per zona e cominciare ad installare gli irrigatori:

Fase 1. Gli angoli del giardino sono i punti più delicati. Con un compasso disegnare in ogni angolo un arco di circonferenza che rappresenta l’irrigatore quarto di giro.

Fase 2. Se la portata degli irrigatori quarto di giro non è sufficiente da permettere la sovrapposizione, prevedere altri irrigatori lungo il perimetro del giardino. Disegnare i loro archi di irrigazione.

Fase 3. Verificare che gli irrigatori periferici raggiungano gli irrigatori a loro opposti. In caso contrario aggiungere nel mezzo degli irrigatori a 360°. Per semplificare l’installazione tracciare delle linee perpendicolari che collegano gli irrigatori periferici tra loro. Poi con il compasso tracciare un cerchio a partire da un irrigatore periferico per assicurarsi che tutta la zona sia coperta.

Posizione irrigatori