Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Dicondra o Dichondra Repens, il prato che non si taglia

Dicondra (Dichondra Repens): il prato che non si taglia

Il prato di Dichondra Repens, comunemente chiamata Dicondra, è il prato a zero manutenzione, che non necessita di essere tagliato. La Dicondra forma un tappeto soffice di 3 cm, un prato compatto e poco esigente in termini irrigui e di trattamenti manutentivi.

La Dichondra Repens è uno dei semi per prato più diffusi, merito dei i suoi molteplici pregi ed i pochi “difetti”. E’ estremamente adattabile, non ha esigenze particolari per crescere e svilupparsi. La troviamo diffusa nei prati del centro-sud ma anche nei climi più umidi e freddi del nord. Sia nei prati assolati che in quelli misti, dove si alternano zone esposte al sole a porzioni di giardino in ombra. E’ la specie perfetta per chi ama i tappeti erbosi a foglia larga e a chi è particolarmente refrattario alle operazioni di taglio, cura e manutenzione.

Il prato di Dicondra: Caratteristiche

La caratteristica più evidente della Dicondra è la sua foglia piccola, carnosa e tonda, dal colore verde brillante o grigio se scegliamo l’elegante Dicondra Argentea.
Questa variante assume una colorazione che va dal verde chiaro al grigio e viene anche utilizzata nei vasi o tra le pietre a formare delle cascate argentee. Il prato di Dicondra è soffice, con una piacevole sensazione al calpestio data dalla morbidezza della foglia. Si sviluppa limitatamente in altezza, fino ai 3-5 cm, rendendo superflue le operazioni di manutenzione e l’utilizzo del rasaerba.
Possiamo evitare di tagliare il prato di Dichondra soprattutto se questo si trova in aree esposte al sole, se invece è in ombra sarà necessario effettuare qualche taglio sporadico, all’incirca una volta al mese.

La Dichondra è anche poco assetata di acqua: il fabbisogno idrico è contenuto, anche se un impianto di irrigazione automatico è comunque necessario. Per chi si appresta alla realizzazione di un impianto interrato di irrigazione per il prato consigliamo la lettura della nostra guida, ricca di consigli ed esempi pratici:

La Dicondra si sviluppa meglio in zone soleggiate ma non teme giardini misti e parzialmente ombreggiati. Se si trova in zone molto in ombra tenderà ad avere un aspetto meno omogeneo e più rado.

Possiamo realizzare un prato di Dicondra praticamente ovunque, evitando però climi caratterizzati da temperature troppo rigide dove sarà preferibile scegliere semi o miscugli di sementi specifici per resistenza al freddo, di solito a base di Poa Pratensis.
Viene utilizzata sia per tappeti erbosi omogenei che per chiudere e coprire piccole zone del giardino, come pavimentazioni a fuga ampia, interstizi.

Ha una resistenza al calpestio limitata, è quindi sconsigliabile impiegarla in prati ad utilizzo intensivo o sportivo.

Si insedia lentamente, sarà necessario dedicare delle cure allo sviluppo iniziale cercando di limitare le specie infestanti a rapida crescita e utilizzare dei concimi specifici che accellerano la germinazione e la chiusura del prato. Una volta insediata la Dichondra non avrà bisogno di cure particolari, grazie alla sua capacità di autorigenerazione che le premette di riparare velocemente le zone danneggiate del prato.
E’ una specie vigorosa che si diffonde in orizzontale strisciando grazie ai suoi stoloni.

Caratteristiche principali dei semi di Dicondra

Dicondra Altri nomi: Dichondra, Dichondra Repens
Famiglia Convolvulaceae
Aspetto Tappeto erboso a foglia larga verde intenso o grigio (Dichondra Argentea)
Zona climatica Predilige climi caldi e asciutti ma si può piantare in tutta la penisola
Manutenzione Bassa
Resistenza alla scarsità idrica Medio-Alta
Resistenza al caldo Media
Resistenza al calpestio Medio-Bassa
Resistenza ad ombra e freddo Media
Resistenza alle malattie Media
Maggiore crescita Mesi caldi
Longevità Buona
Tempi di sviluppo Tempi di insediamento lenti nei quali bisogna controllare le infestanti. Ottima capacità di recupero, si autorigenera velocemente grazie ai suoi stoloni
Quando seminare la Dicondra La stagione ideale è la primavera
Semina in miscuglio Si utilizza in forma pura
Altezza di taglio Raggiunge i 30-50 mm, non necessita di tagli nelle zone soleggiate, è necessario un taglio mensile in quelle ombreggiate

I semi per il prato di Dichondra Repens

La Dicondra è commercializzata esclusivamente in forma pura, di solito la troviamo in confezioni dal peso contenuto (da 500gr – 1 kg)

La resa è molto alta, una confezione da 500gr è indicata per 50mq di prato.

 

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connect

Il Blog di Mondoirrigazione è interamente dedicato all’irrigazione del prato, dell’orto, del giardino. Uno spazio ricco di risorse e approfondimenti.
Seguici, troverai guide, recensioni e consigli utili.
Buona Lettura!