Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Calendario trattamenti prato: Nutrizione, Concimazione, Manutenzione

Calendario manutenzione prato: Trattamenti, Concimazione, Nutrizione

Il prato necessita di essere nutrito, concimato, e difeso da funghi e parassiti. Abbiamo realizzato questo calendario della manutenzione per fornirti le informazioni necessarie per la cura e i trattamenti del prato in ogni stagione.

I trattamenti per il prato sono indispensabili per fornire gli elementi nutritivi necessari in ogni stagione, aumentare le difese, prevenire malattie e problemi. Effettuare una corretta manutenzione del prato ci consentirà di avere un tappeto erboso sano e bello in ogni stagione. La concimazione è una delle attività fondamentali nella manutenzione del prato, se hai piacere di approfondire ti consigliamo la lettura della nostra guida

Puoi scaricare e stampare il calendario dei trattamenti Barenbrug, è uno strumento utilissimo che indica per ogni prodotto di cui parliamo in questa guida dosi, durata e mese indicato.

Trattamenti e manutenzione primaverile

Il prato si risveglia dall’inverno e con l’aumento delle temperature si prepara alla ripresa vegetativa. E’ il momento ideale per effettuare i trattamenti che daranno slancio al nostro tappeto erboso:

  • Taglio del prato in primavera
    Riprendiamo a rasare il prato, inizialmente ogni 2 settimane per poi arrivare al taglio ogni settimana. E’ consigliato tagliare massimo un terzo della lunghezza del prato per evitare di stressarlo troppo in questa fase di ripresa.
  • Scarificazione e arieggiatura
    La scarificazione è un’operazione di rimozione del feltro in eccesso, cioè il deposito di materia organica che riduce la penetrazione di aria e luce. Si effettua con macchine manuali o dotate di motore elettrico o a scoppio. L’arieggiatura è la pratica di alcuni fori nel terreno per aumentare l’areazione e lo sviluppo di batteri aerobici.
    La scarificatura dovrebbe essere effettuata dopo che il prato è stato tagliato almeno un paio di volte, e dopo aver effettuato una rasatura abbastanza bassa, intorno ai 4 cm
    Se vuoi approfondire leggi la nostra guida all’arieggiatura del prato 
  • Concimazione in primavera
    In questa stagione dobbiamo assecondare la ripresa vegetativa, utilizzando concimi specifici prevalentemente azotati. Consigliamo di orientarsi su concimi a cessione controllata, che rendono i nutrienti disponibili per un periodo lungo, generalmente intorno ai 3 mesi, e di natura organo-minerale, che contengano sostanza organica vegetale. Nel nostro shop potrai acquistare il Barenbrug Barfertile Primavera ed Autunno, specifico per la primavera, oppure Barenbrug Active, concime a cessione controllata per ogni stagione. Barenbrug Barfertile Ferro 31 è indicato per le capacità del ferro di rinverdire il prato e limitare il muschio.
  • Stimolazione e prevenzione
    La primavera è il periodo ideale per trattamenti specifici e biostimolanti, in grado di aumentare le difese del prato e contrastare le problematiche più comuni.
    Per prevenire attacchi patogeni funginei consigliamo trattamenti a base di Barenbrug Bionatural Turf e Barenbrug Algaturf, per la prevenzione verso i parassiti del terreno e il controllo degli insetti i biostimolanti indicati sono Algaturf e Barenbrug Ecolit. Si tratta di prodotti naturali, molto efficaci e autorizzati in agricoltura biologica.

Trattamenti e manutenzione estiva del prato

L’estate è la stagione nella quale il prato soffre maggiormente lo stress termico. Per questo è necessario fornire cure particolari:

  • Irrigazione del prato in estate
    E’ fondamentale fornire al nostro prato il corretto apporto idrico. L’irrigazione dovrebbe essere fatta preferibilmente all’alba evitando le ore più calde, sia per limitare lo shock termico che per evitare l’effetto lente della goccia d’acqua che andrebbe a bruciare le foglie del prato. L’irrigazione dovrà essere fatta ogni giorno interrompendo in settimana con delle pause di 3-4 giorni, che consentano la corretta crescita in profondità delle radici. Naturalmente il giorno in cui riprendiamo l’irrigazione dobbiamo fornire la quantità di acqua corrispondente ai giorni in cui abbiamo interrotto l’irrigazione. Se vuoi approfondire puoi leggere la nostra guida ai tempi di irrigazione del prato, che ti fornisce le informazioni migliori su tempi e giorni di irrigazione.
  • Concimazione in estate
    Se in primavera la concimazione sarà impostata sull’azoto, in estate la fertilizzazione prevede l’utilizzo di concimi ad alto contenuto di potassio. Questo elemento nutritivo ha una funzione di antistress termico, fornisce alle piante una tolleranza migliore al caldo e la irrobustisce. Anche in questo caso è preferibile utilizzare un fertilizzante di qualità, di tipo combinato minerale e vegetale, integrato con altri nutrienti quali magnesio, zolfo e ferro, indicati per stimolare la crescita verticale e migliorare la colorazione. Consigliamo il Barenbrug Barfertile Estate e Inverno, specifico per questa stagione, oppure Barenbrug Active, fertilizzante più generico.
  • Stimolazione e prevenzione
    Anche in questo periodo possiamo intervenire con trattamenti biostimolanti finalizzati ad aumentare le difese e la resistenza del prato allo stress termico e a funghi utilizzando Barenbrug Bionatural Turf e Barenbrug Algaturf, e Barenbrug Ecolit per il controllo dei parassiti.
  • Taglio del prato in estate
    In estate il prato soffre particolari condizioni di stress, è quindi necessario tagliare più alto, circa un centimetro rispetto al taglio praticato normalmente. Questa attenzione limita anche l’evaporazione dell’acqua, lasciando il terreno più umido.

Manutenzione autunnale del prato

L’autunno è la stagione in cui le temperature raggiungono livelli più tollerabili ed aumenta la crescita del prato. In questa stagione possiamo effettuare diversi trattamenti di manutenzione del nostro tappeto erboso:

  • Trasemina o risemina
    Approfittiamo dell’autunno per correggere lo sviluppo del prato non omogeneo intervenendo su zone rade o danneggiate. E’ bene praticare un taglio basso e una pulitura del prato, eliminando l’eccesso di feltro, il muschio, i residui vegetali con il rastrello. Per la trasemina si utilizzano dei semi specifici a veloce insediamento a base di Loietto (Lolium Perenne). Consigliamo la miscela Barenbrug Universal, ideale per rinnovare il prato in tempi brevi. L’autunno è il periodo migliore per controllare e rimuovere le infestanti a foglia larga.
  • Concimazione, stimolazione e prevenzione in autunno
    Utilizzeremo gli stessi fertilizzanti impiegati nel periodo primaverile, a base di azoto e a cessione controllata, per favorire l’aumento del volume della cellula vegetale e lo sviluppo verticale del prato. Stesso discorso per i biostimolanti ed i prodotti ad azione specifica contro i funghi e i parassiti.
  • Irrigazione del prato in autunno
    Il tasso di evotraspirazione si abbassa e il fabbisogno idrico diminuisce. Possiamo ridurre i giorni di irrigazione non scendendo mai sotto i 2 a settimana, il prato cresce ed ha bisogno di acqua.

Trattamenti invernali del prato

L’inverno viene spesso associato ad una stagione in cui il prato non ha bisogno di cure particolari, si tratta invece di un periodo importante nel quale il freddo, le gelate, la scarsa presenza di luce e altri fattori possono stressare il tappeto erboso compromettendone la ripresa primaverile.

  • Taglio del prato in inverno
    Il prato va tagliato anche in inverno perché se cresce troppo tende ad indebolirsi. I tagli saranno meno frequenti ma necessari quando supera i 7-8 cm di altezza. Evitiamo di camminare sul prato quando è gelato, è meno elastico e sarebbe danneggiato facilmente.
  • Concimazione in inverno
    Utilizzeremo i fertilizzanti e i prodotti specifici che abbiamo impiegato in estate. L’apporto di potassio è importante, soprattutto prima che arrivi il freddo intenso. Evitiamo l’utilizzo del ferro se il prato è giallo, questa operazione è più indicata in primavera ma può essere dannosa in inverno.
  • Svuotare l’impianto per evitare rotture con le gelate
    Quando le temperature scendono c’è il rischio che l’acqua contenuta nell’impianto congeli e possa danneggiare l’impianto interrato. E’ necessario predisporre delle valvole di svuotamento dell’impianto, che possono essere manuali o meglio automatiche attraverso dei sistemi di drenaggio appositi. Ti consigliamo la lettura della nostra guida allo svuotamento dell’impianto di irrigazione in inverno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stay Connect

Il Blog di Mondoirrigazione è interamente dedicato all’irrigazione del prato, dell’orto, del giardino. Uno spazio ricco di risorse e approfondimenti.
Seguici, troverai guide, recensioni e consigli utili.
Buona Lettura!